Puttanopoli spiegata ad una straniera

Sai, stavo leggendo un documento, su una cosa assurda che sta succedendo adesso in Italia. Perchè l’Italia non è un paese serio.. è piuttosto una barzelletta!

Bene, ti avevo già raccontato svariate volte del presidente del consiglio, che moltissimi fatti lasciano intendere essere vincolato con la mafia, che sta in diversi processi, e abusa del suo potere per cambiare le leggi e fuggire dai processi, ecc.. bene, adesso si trova nel mezzo di uno scandalo, di prostituzione minorile. Sembra che da parecchio tempo si facessero feste a casa sua, con diverse prostitute, ragazze nude, tutte pagate, e alcune persino minorenni. E lui ha quasi 80 anni..

Attraverso  una minorenne, che era stata fermata dalla polizia, si è scoperto tutto quello che succedeva a casa sua: feste con un sacco di ragazze, che poi si trasformavano in orge..

Siccome ci sono diversi capi d’imputazione (prostituzione, prostituzione minorile, concussione) c’è ovviamente un’investigazione, però in Italia per investigare su un parlamentare (perchè il presidente è anche un parlamentare) si deve chiedere l’AUTORIZZAZIONE AL PARLAMENTO!!
In altre parole un parlamentare potrebbe star rubando e non si possono fare le indagini perchè si deve chiedere all’assemblea parlamentare.. assurdo.. vabè.. quindi c’è questo documento di quasi 400 pagine che è appunto la richiesta formale da parte dei PM per investigare sul presidente.

Ci sono parti molto dettagliate su quello che succedeva durante le feste, ma non sono ancora arrivato a questa parte, e di fatto non mi interessa molto..

Non sono contrario alla prostituzione: cioè, se due persone sono consenzienti, una a vendersi e l’altra a comprarla, possono fare ciò che gli pare!

Però qui siamo in un paese molto cattolico, dove la prostituzione si fa, ma è illegale. La cultura cattolica, prima proibisce la prostituzione, mandando le ragazze per strada, e poi le compra, perchè ovviamente non ci sarebbero prostitute se non ci fossero tanti clienti!

E allora questo stesso paese pazzerello e molto stupido non ha detto niente di tutti questi anni di abuso di potere,  di relazioni con la mafia, di razzismo contro gli stranieri, ecc.. però adesso sta seguendo follemente questo scandalo!!
E persino la Chiesa, che è sempre stata compiacente verso la destra, adesso si è scandalizzata per quello che sta venendo fuori..

Nella televisione se ne sta parlando un sacco, e ovviamente dei due capi di accusa: prostituzione e concussione, si parla solo della prima, come se la seconda fosse meno importante, o “ormai normale”; mentre se ci pensi bene, la presunta “perversione sessuale” non fa danno a nessuno, è una cosa privata, con ragazze che non furono gettate lì con la violenza, ma VOLEVANO fare quelle cose per guadagnare migliaia di euro!

Molto più grave la concussione! Di un “capo” che si crede onnipotente e abusa delle altre istituzioni dello stato violando la legge e comandandoli su cose che loro non possono fare. Questo sì produce un danno per la vita pubblica! Perchè se quelli che hanno potere credono di aver diritto ad avere più potere di quello conferitogli dalle leggi, tutto ciò si ripercuote sulle vite di noi tutti, mettendoci nella merda, più di quanto stiamo!

Published in: on 21 gennaio 2011 at 06:47  Lascia un commento  
Tags: ,

Con gli occhi di uno straniero

Buon pomeriggio a tutti,

è ormai parecchio tempo che non mi prendo la briga di scrivere su questo blog. Nell’ultimo periodo sono stato occupato ovviamente a riprendere contatto con la mia terra, amici e famiglia, con sorprese sia positive che negative.

Mentre ancora recupero un italiano stentato che a tratti si fonde con i costrutti più frequenti della lingua spagnola, posso raccontarvi che tra le impressioni positive ci sono sicuramente i cambiamenti in terra pugliese, che è stata capace di rieleggere per la seconda volta sindaco e presidente della regione di sinistra. Come saprete non sono particolarmente affezionato al colore delle bandiere, e valuterei questo fatto come irrisorio se non guardassi alle statistiche che celebrano la Puglia come il principale produttore in Italia di energia fotovoltaica.

Mi compiaccio anche per il progetto dei Bollenti Spiriti che seppur integrando la logica economicista (masters, micro-imprenditoria giovanile, ecc.) riesce a premiare “i ragazzi migliori” e a creare un mulinello positivo di speranze, risorse, riconoscimento ed energie nella nostra terra. Disgraziatamente viviamo in un sistema (quello capitalista) che elegge a legge di sopravvivenza quella del profitto, che premia l’incuria verso l’ambiente e sputa in faccia all’altruismo, al fare le cose per il piacere di farle e non per guadagnarci, alla passione e alla solidarietà. Il sistema capitalista ti trasforma, ti snatura, ti strappa dalla naturale semplicità di quand’eri bambino e guardavi il mondo con occhi diversi, meravigliandoti degli sprechi e corrugando le sopracciglia di fronte alla povertà, per ficcarti con le buone o con la forza nel mondo fatto di carriera, vendite, soldi, profitti, potere, successo, dominio e sopraffazione.
Il sistema capitalista sputa in faccia a chi vuole un mondo migliore e premia i saccheggiatori, i ladri e gli stupratori della dignità altrui.

Dopo questa breve digressione, che è servita a spiegare il contesto, non posso che apprezzare un progetto (i Bollenti Spiriti appunto) che parte da un’istituzione e cerca come un secchiello di svuotare il mare. Un secchione in realtà, visto che si tratta di milioni di euro che hanno fatto partire centinaia di progetti e dato un giusto riconoscimento ai “ragazzi migliori”, quelli che ancora pensano che il senso della vita non sia guadagnare fette di mercato ma fare un’attività di cui possa beneficiare la popolazione.

Un altro segno positivo è l’estensione delle piste ciclabili, che alla piena copertura di viale Unità d’Italia aggiunge tutto il perimetro del Parco 2 Giugno (si tratta della 9a pista ciclabile a Bari negli ultimi 5 anni).

Se i segnali positivi giungono dal livello regionale, quelli negativi appartengono tutti al livello nazionale, con le incomprensibili speranze che tante persone stanno affidando a Fini; la violenza verbale di Emilio Fede; l’assoluta normalità con cui Minzolini, direttore del tg1, difende con la propria faccia l’operato del governo; l’aumento delle “necro-novelas”, cioè la strumentalizzazione degli omicidi familiari per distrarre la gente; l’incompetenza con cui vengono trattate materie come il nucleare e l’ecomafia; lo smantellamento dell’istruzione pubblica sotto lo sguardo vagamente indifferente del grande pubblico.

In realtà questi sono pochi dei tanti segnali che mi fanno capire che l’era di Berlusconi è ormai agli sgoccioli, ma non si vedono all’orizzonte prospettive migliori perché non si è ancora sconfitto il vero male del paese: il berlusconismo. Abbagliati quelli che guardano con sospiro di sollievo ad un governo Fini, che blatera di legalità mentre in realtà tutte le leggi-porcata del governo Berlusconi le ha votate lui, dalla Cirami alla Bossi-Fini, dal lodo Alfano al sedere a tavola col governo amico di Dell’Utri, Mangano, Craxi e tanti altri senza farlo mai cadere, sapendo tutto e nonostante questo arrivando persino a fondere i due partiti (AN e FI).
Illusi quelli che accendono un cero ai piedi di Vendola, perché l’ultima cosa di cui abbiamo veramente bisogno, noi italiani distratti e sintonizzati sulle reti Mediaset, ingozzati da una cultura maschilista e sessuofobica, abituati alla corruzione e sopruso nel parlamento come nel luogo di lavoro, incatenati come pecore o schiavi da poteri paralleli non democratici, incazzati col sistema ma fondamentalmente ignoranti, è delegare il compimento delle nostre speranze ad un leader.

La vera risposta sta nell’organizzazione popolare, un concetto assolutamente alieno ad un popolo che si diletta a criticare, a parlare, a chiacchierare, a riempire i blog e facebook di presunta rabbia ed indignazione, ma che nel complesso non è stato capace di impedire che succedesse tutto questo. L’inerzia, la pigrizia, la mancanza di senso pratico e civico, la delizia del criticare il gruppo affine e frantumare tutto in un misero battibecco mentre “loro“, dall’altra parte, i porci, culo e camicia, fanno bottino del paese.
Noi, seguaci della “rivoluzione perfetta”, diasporati da sottili sofismi ideologici, finiamo chini, domati o addomesticati da una massa informe, un vomito multi-partisan che mette insieme la mafia con la Chiesa, i razzisti con gli imprenditori, la massoneria ed i fascisti.

Ma insomma, dove sono finiti quelli che le cose, in questo paese, le vogliono cambiare davvero??

Published in: on 28 novembre 2010 at 10:38  Comments (1)  
Tags: , , , , , , ,

fino a quando, napolitano?

Napolitano ci mette la firma. Sempre.

Fingendo di non distinguere tra crimini e opinioni politiche, garantendo più i poteri forti che il rispetto della Costituzione, firma e continua a firmare. Undici leggi-vergogna firmate senza battere ciglio:

l’indulto extralarge esteso ai reati dei colletti bianchi,
il decreto Mastella per distruggere i dossier della security Telecom,
l’ordinamento giudiziario Mastella-Castelli,
la legge salva-Pollari,
il lodo Alfano,
la norma della penultima finanziaria che raddoppia l’Iva a Sky,
i due pacchetti sicurezza Maroni contenenti norme razziali anti-rom e anti-immigrati,
lo scudo fiscale Tremonti,
il decreto salva-liste del Pdl.
[link alla fonte]

E ora l’ultima indecenza: la legge sul legittimo impedimento.

Considerando tutto questo e le ultime vicende relative al caso De Magistris (vedi qui), che altro manca per parlare di alto tradimento e attentato alla Costituzione? (art. 90 Cost.)

progetto “mala tempora currunt”

In un tempo in cui per interessi di pochi viene censurata l’informazione di molti, e il governo berlusconi ostacola la conoscenza della verita’ da parte dei cittadini, anzi promuove l’ignoranza e il pregiudizio, il bigottismo e il razzismo,

in un tempo in cui e’ diventato impossibile conoscere i veri fatti guardando la tv,
per informarsi bisogna ricorrere alla rete.

Ecco il frutto di mesi di accumulo di fonti valide per capire DAVVERO cosa sta succedendo:

1. Rubrica Passaparola di Marco Travaglio: ogni lunedi’ sceglie e analizza in mezz’ora un fatto (generalmente giudirico) degno di nota per il destino del paese. Estremamente chiaro, divulgativo e approfondito. Anche una lezione di diritto pubblico -di questi tempi- puo’ avere contenuti rivoluzionari.
http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/?r=135020

2. Che dicono di noi. Il meglio della stampa estera a proposito del nostro paese. (Tutto tradotto in italiano).
http://chediconodinoi.blogspot.com

3. Indymedia sezione Italia. A 360 gradi su economia, politica, sicurezza, immigrazione, ambiente. Da vedere.
http://italy.indymedia.org/it/feature/archive_nat.shtml

4. Generazione V. Davvero ben fatto.
http://generazionev.blogspot.com

5. Il Blog di Antonio di Pietro. Varia su argomenti in ambito giuridico, ma anche ambientale e sulla liberta’ di informazione.
http://www.antoniodipietro.com

Ho riportaro qui solo i migliori. Oltre a questi cinque ce ne sono parecchi altri, e li trovate qui:
http://link.autistici.org/bookmarks/attilio/malatemporacurrunt

Sono gradite segnalazioni. Potete farle attraverso i commenti.

eluana e’ morta presto

(alias “percorsi di rincoglionimento globale“)

venuto meno il caso che ha monopolizzato l’attenzione nazionale per giorni e giorni, il governo si trova costretto ad elaborare un altro tema-distrattore per distogliere l’opinione pubblica dal tentativo di riforma costituzionale.

a quanto pare ci riesce benone:

repubblica_home_stupri

o_O

ma cosa sta succedendo in italia??

facciamo una piccola premessa e poi analizziamo due grafici.
la Paura e’ uno dei principali mezzi di controllo sociale, usato per terrorizzare la gente e ridurla all’immobilita’.
nell’era post 11 settembre “terrorismo”, “sicurezza”, ecc.. sono parole di uso comune nel linguaggio dei politici e dei media.
nell’ultimo pacchetto “sicurezza” (passato al senato e in discussione alla camera) sono previste norme che inaspriscono le pene a carico dei clandestini.
l’idea di Sicurezza viene piu’ volte richiamata dai media DOPO campagne diffamatorie ai danni di rom, rumeni, bulgari, polacchi, albanesi, musulmani e PER PROMUOVERE svariati “pacchetti sicurezza” (un altro era nel 2007) e misure di controllo sociale.
il governo sta tentando di attuare due importanti riforme: quella della giustizia e quella sulle intercettazioni. – ne parla oggi travaglio su http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/?r=135020

ora passiamo ai grafici. quello che mi colpisce di piu’ e’ la loro forma ondulatoria: si parla di “sicurezza” ad intervalli regolari!!
mi colpisce anche molto che i due grafici, seppur differenti, tuttavia coincidono!!

il primo e’ tratto da technorati ( http://technorati.com/chart/sicurezza ), e rappresenta l’uso del termine “sicurezza” nei blog e nelle fonti di informazione. quindi cio’ che la gente scrive.
(cliccare sull’immagine per ingrandire)

sicurezza_blogs

il secondo e’ tratto da Google Insights for Search ( http://www.google.com/insights/search/#q=sicurezza&geo=IT&date=today%201-m&cmpt=q ), e rappresenta la quantita’ delle ricerche con la parola chiave “sicurezza”. quindi cio’ che la gente cerca. (cliccare sull’immagine per ingrandire)

sicurezza_ricerche

quello che mi sorprende e’ che i due grafici coincidano perfettamente e con oscillazioni periodiche!
in altre parole ad intervalli regolari la gente scrive E si informa a proposito di “sicurezza”. in perfetta sincronia.. com’e’ possibile??

manipolazione dell’informazione a fini politici/controllo sociale??
occhi aperti!!

la giustizia dei ricchi

segnalo il video di Travaglio che ho appena finito di vedere. da vedere assolutamente, cosi’ come assolutamente e’ da seguire il videoblog che Travaglio fa ogni lunedi’.

spiega quello che succede in italia e che i telegiornali non raccontano, con degli excursus sul diritto costituzionale e penale italiano, approfondimenti di economia, ecc..

il sito e’ www.voglioscendere.it

~~~

infine da oggi troverete quest’immagine in fondo alla colonna destra del blog: significa che c’e’ qualcosa di grosso che sta andando avanti mentre milioni di italiani sono storditi dalla tv spazzatura e dalla propaganda omologata.

la resistenza si fa ANCHE informandosi.


il nemico immaginario

(+ piccoli aggiornamenti prima della partenza)

ciao a tutti e a tutte,

domani sera parto con ro per la valle degli elfi, dove passerò una quantità imprecisata di tempo (target: non più di 10 giorni) per poi mettermi in viaggio in autostop verso Londra. Lì devo assolutamente lavorare, per tirare su un po’ di soldi e poter finalmente fare un viaggione in america latina.

domani sarò abbastanza incasinato con i preparativi ed altri servizi.. vi saluto anticipatamente e spero di poter scrivere due parole di tanto in tanto 🙂

ciau!!

cronache da un paese militarizzato (con un nemico inventato)

ciao a tutti e a tutte,

vi scrivo da un paese militarizzato. Sembra di essere sotto occupazione: l’esercito in centro, le divise, le camionette. la polizia ovunque.. forse in questo momento solo a baghdad si vedono scene simili, o in qualche altra dittatura militare.. e invece siamo in italia, e berlusconi ha schierato migliaia di soldati in ogni città.

il governo ci protegge da un nemico invisibile, anzi, inventato.

sicurezza.. eppure mi viene da pensare a quanto ho scritto sulla “paura come controllo sociale” (clicca qui)

e mi fa pensare anche a quello che scriveva Orwell, di cui voglio copiare qui due brevi estratti:

[il romanzo è ambientato in ‘Oceania’, un paese immaginario in guerra contro l’Eurasia; il protagonista discute con la sua compagna Julia]

Ciò che lo sconvolse, tuttavia, fu scoprire da un’osservazione casuale che Julia non ricordava che quattro anni prima l’Oceania era stata in guerra con l’Estasia e in pace con l’Eurasia. E’ vero che per lei la guerra era tutta una mistificazione, ma a quanto pare non si era neanche accorta che il nome del nemico era cambiato. “Pensavo che fossimo sempre stati in guerra con l’Eurasia”.

[…]

[scena: un oratore tiene in pubblico un discorso pieno d’odio contro l’Eurasia]

Il discorso andava avanti da circa venti minuti, quando un messaggero salì in gran fretta sulla piattaforma e infilò un biglietto in mano all’oratore. Questi lo aprì e lo lesse senza smettere di parlare. Nulla cambiò nei suoi gesti e nel tono della voce. Tutt’a un tratto, però, i nomi erano diversi. Senza che venisse scambiata alcuna parola, la folla venne attraversata da un’onda di intesa. Aveva capito. L’Oceania era in guerra con l’Estasia! Un attimo dopo ci fu uno sconvolgimento tremendo. I vessilli e i manifesti che ornavano la piazza erano completamente sbagliati! Su una buona metà di essi c’erano i volti sbagliati. Sabotaggio! Era tutta opera degli agenti di Goldstein! [nel romanzo, un cospiratore, un nemico pubblico, un terrorista diremmo noi oggi] Seguì un tumultuoso intermezzo, durante il quale i manifesti furono strappati dai muri, mentre le bandiere venivano ridotte in brandelli e calpestate.
… L’Odio era proseguito esattamente come prima. Aveva solo mutato bersaglio.

°

Ragazzi i tempi stanno cambiando più in fretta di quanto crediamo, e non capisco perchè la gente non se ne accorge.. ma che vuoi che capiscano, storditi come sono! (la c.d. Endemol generation)

Ragazzi collegate tre elementi:

– ricche iniezioni di paura (militarizzazione del territorio, propaganda anti-rom, omicidi alla Cogne in vetrina..)
i meccanismi del controllo sociale
– l’approvazione del lodo Alfano (avvenuta il 22 luglio)

ancora non è tutto abbastanza chiaro????

—-

note, informazione sulla militarizzazione:

Via libera all’impiego dei militari nelle città, rainews24
Con gli occhi della BBC, rainews24
Ci costa 62 milioni di euro, rainews24

marco travaglio sul lodo alfano:

L’abuso del sistema delle immunità in Italia
Il lodo Alfano non esiste in nessun paese del mondo
Ancora sul lodo Maccanico-Schifani-Alfano

Passaparola di Travaglio, uno strumento di resistenza

Ciao a tutti e a tutte,

può sembrare strano un titolo come questo, forse un po’ esagerato, ma basta aprire gli occhi e scopriremo che oggi in italia c’è un gravissimo deficit di informazione, anzi, stiamo scivolando lentamente e inconsapevolmente verso.. diciamo.. tempi peggiori.

In rete ho scoperto che Marco Travaglio ogni lunedì pubblica un video in cui spiega un po’ di fatti importanti che dovremmo sapere e che ovviamente sono stati trascurati dai tg. Ecco un paio di filmati che ho trovato:

Le legislature di Berlusconi: come i processi a suo carico producono porcate in parlamento

La legge sulle intercettazioni: imbavagliare i giornalisti, fermare i magistrati

La rubrica si trova qui: http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/?r=135020 e vi potrete accedere cliccando sul banner che ho messo in basso nella colonna destra di questo blog:

un popolo disinformato è un popolo ignorante, manipolabile e narcotizzato!!
ormai è evidente:

– non ci sono informazioni in tv (v. notizie in pillole)
– i nostri potenti da quattro soldi ne stanno approfittando alla grande, vedi lodo alfano, blocca-processi, scandalo sanità in abruzzo
– chi si ribella è ignorato, vedi manifestazione di piazza navona (8 luglio, link 1, link 2) che era sulle leggi di berlusconi e sulle nuove leggi razziali anti-rom; ma di cui è passato in tv solo l’insulto al papa (che poi manco insulto era e sul quale tutti hanno subito provveduto a dissociarsi e chiedere scusa) tu quanta tv hai visto il 9 e 10 luglio? cosa ricordi, le leggi di berlusconi o l’insulto al papa?
creazione del capro espiatorio! i rom! come sotto mussolini, come sotto hitler! prima erano gli albanesi, poi i musulmani (o arabi, visto che non fanno tanta differenza) ora i rom..
la gente sente nell’aria che qualcosa non va e prima che il malcontento individui le vere cause, il potere deve scostare l’attenzione da sè, e indirizzare l’odio verso i gruppi sociali indifesi, emarginati, che per loro natura sono più diversi dalla nostra cultura. “sono pericolosi! è colpa loro se state male! sono loro la causa di tutti i problemi!”
se poi spunta qualche massacro familiare è grande festa: speciali su speciali, report e dossier si sprecano, e si prendono due piccioni con una fava: si allontana l’attenzione dai crimini dei vertici, e si inietta un po’ di quel sano senso di paura del prossimo che ci frammenta tutti, ci fa stare sempre sulle difensive e ci conduce alla sempiterna panacea dello shopping della domenica pomeriggio nei mall..

°

Se conoscete altri siti di informazione, esplicativi, chiari, che non si perdono nella cronaca, e che hanno un taglio particolarmente interessante, intelligente.. segnalatemeli!!

frateelliii d’italiaaaaa

che vergogna! altro che “vi faccio vedere io come muore un italiano”..

che tristezza spiegare a questi stranieri come (cazzo) e’ possibile che berlusconi e’ stato rieletto.

spiegare che andreotti era nell’assemblea costituente (!), sette volte presidente del consiglio, leader della democrazia cristiana, condannato per mafia fino al 1980, e ora siede ancora in parlamento.. ed e’ pure senatore a vita!!

spiegare che abbiamo ben DUE partiti razzisti, che sebbene il primo e’ confinato all’1% o giu’ di li’, tuttavia il secondo ha preso ben l’8%!! e che i suoi esponenti dieci anni fa volevano dividere in due l’italia, che discriminavano i loro concittadini del sud, che si pulivano il culo con la bandiera italiana, e ora siedono come ministri..

spiegare che esisteva il piano gladio, preparato dalla cia in collaborazione con i vertici delle forze armate, e pronto a scattare non appena avesse vinto il partito comunista.
spiegare che il pci temeva il golpe come era successo appena prima in cile, con allende e pinochet.
spiegare che il rapimento di moro e’ avvenuto si’ per mano delle brigate rosse, ma probabilmente i vertici erano stati infiltrati dalla cia. quando moro fu rapito stava per incontrare il leader del pci per parlare del famoso compromesso storico, i comunisti nel governo, una roba inammissibile per gli stati uniti.

e poi il terrorismo, farlo rivendicare da gruppi detti “di sinistra”, cosi’ la gente ha paura della “sinistra” e svolta a destra. e infatti se si vedono le percentuali raggiunte dal pci con berlinguer sono in salita fino al 34%, poi inizia l’epoca del terrorismo, e il pci cala..

spiegare che c’era la massoneria (loggia P2), che e’ tutto provato da sentenze di tribunale, che c’erano centinaia di iscritti e occupavano altissime posizioni di potere. che il leader – gelli – dovrebbe essere in carcere, ma tanti altri sono fuori – tipo maurizio costanzo, e occupano posizioni abbastanza importanti, e tra gli iscritti c’era anche berlusconi..

spiegare che abbiamo 7 canali televisivi, ma uno non se lo caga nessuno, 3 sono sotto diretto controllo di berlusconi. gli altri 3 sono dello stato, quindi grosso modo sotto il controllo del governo, cioe’ di nuovo berlusconi.
e stanno anche cambiando i palinsesti.. via travaglio, via il tg3, via primo piano.. e chi rimane non informa, chiacchiera..

spiegare cos’e’ stata tangentopoli e mani pulite.. teste che rotolano una dopo l’altra.. tutti dentro al giro di mazzette. i partiti, gli imprenditori.. e poi e’ spuntato come un fungo “l’uomo nuovo”.

spiegare che craxi, socialista, due volte presidente del consiglio, condannato in tangentopoli e’ fuggito come un bandito autoesiliandosi in tunisia. e ora qualcuno lo vuole chiamare grande statista.

spiegare le leggi ad personam, il falso in bilancio, le rogatorie internazionali, il lodo maccanico, il lodo schifani, la legge cirielli, la legge cirami, and many more..

spiegare cos’e’ la mafia, il ruolo nella politica, i legami con la dc e con forza italia, chi erano salvo lima e marcello dell’utri (detti l’anello mancante tra l’uomo politico e la scimmia mafiosa)

spiegare quanto pesa la chiesa sulla politica e sulla mentalita’ della gente.

spiegare tutte queste cose mi fa disprezzare questo paese e la sua classe politica, ma mi fa disprezzare anche i cittadini che con la scheda in mano hanno potuto in qualsiasi momento licenziarla, e invece l’hanno confermata e premiata!
poi pero’ mi metto a ridere perche’ alcune cose sono cosi’ comiche che non si puo’ fare altro che ridere.

la politica in italia e’ una specie di teatro, e farebbe anche ridere se non fosse che e’ tutto drammaticamente vero.

cazzo ci vuole un coraggio ad essere orgogliosi di un paese cosi’!

*

perle fresche:

http://youtube.com/watch?v=LmuGJ18pksg
http://youtube.com/watch?v=ghnId460NLg
http://youtube.com/watch?v=n-u4dOGSgf4

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: